Nov
14
Filed under (Link amici) by caterina.steri on 14-11-2013

Da un po’ di tempo a questa parte mi sono dedicata allo studio e alla formazione sulle tecniche ipnotiche.

Spesso la nostra coscienza non è a conoscenza di ciò che accade nella nostra mente inconscia ed è per questo, che attraverso le tecniche di induzione alla trance ipnotica si possono attivare dei cambiamenti  che vengono usati nel trattamento di problemi psicologici, di dolori acuti e cronici e nell’ambito della ricerca.

Per la legge italiana solo il personale sanitario può esercitare l’ipnosi  all’interno di un contesto di cura o di ricerca scientifica.

La trance ipnotica è una modificazione dello stato di coscienza  in cui l’attenzione viene spesso assorbita da eventi immaginati e si impegna meno a controllare quello che accade nell’ambiente “reale”. E’ insomma uno stato psicofisico caratterizzato da una diminuzione della capacità razionale. Infatti, viene sospeso il modo solito di considerare le situazioni e incrementando la creatività sorgono  nuovi punti di vista, nuove soluzioni e di nuovi comportamenti, emozioni e sensazioni.

Il soggetto in trance mostra le eventuali difese e le resistenze al cambiamento, così come le caratteristiche del problema stesso.

Ognuno fa esperienza di trance quotidianamente. Ad esempio, quando si guida la macchina si arriva alla meta desiderata senza nemmeno accorgersi perché si è presi da altri pensieri, oppure quando si è totalmente assorbiti dalla lettura di un libro o dalla visione di un film. Sono queste esperienze di trance quotidiane autoindotte di cui non ci si rende conto.

Quando la trance viene indotta da personale specialistico è perché vi sono degli obiettivi ben specifici.

Non ha nulla di magico e le persone in trance non fanno niente contro la propria volontà. La persona non può essere indotta dalla malignità dell’ipnotista (come succede ad esempio a Woody Allen in  La maledizione dello scorpione di Giada), a commettere comportamenti immorali o contrari ala propria volontà.

Tutti possono essere ipnotizzati, ma non allo stesso modo e con tempi uguali. E’ inoltre necessario instaurare un rapporto di fiducia con l’ipnotista.

La semplice induzione ipnotica (Ipnosi neutra),  ovvero quella senza nessuna indicazione terapeutica, ha di per se un valore terapeutico in quanto capace di indurre nel tempo importanti e significativi cambiamenti. La parte inconscia della mente è infatti piena di risorse di cui spesso le persone non si rendono conto. L’entrare in contatto con essa e imparare a comunicarvi non può che portare a galla in modo più o meno esplicito le varie qualità per imparare a trarre benefici da esse.

Le applicazioni cliniche sono svariate:

  • Dermatologia
  • Cardiologia
  • Apparato respiratorio
  • Ansia, fobie, depressioni, scarsa autostima, elaborazione di traumi
  • Terapia del dolore
  • Gravidanza
  • Sessualità
  • Immunologia
  • Tecniche di potenziamento (ad esempio in casi di handicap o nello sport)

Qualora abbiate bisogno di ulteriori delucidazioni sulle tecniche ipnotiche potete mettervi in contatto con me tramite la mia e-mail o il mio recapito telefonico o fissare direttamente un appuntamento.