Lug
01

Perchè la calura estiva fa aumentare l’ansia e gli attacchi di panico?

Filed under (Link amici) by caterina.steri on 01-07-2013 e taggato ,

Le condizioni climatiche estive (afa, umidità e in alcuni casi anche l’inquinamento), contribuiscono alla creazione di situazioni che possono essere facilmente scambiate con i sintomi tipici dell’ansia: eccessiva sudorazione, capogiri, spossatezza, sensazione di respirare male, di soffocamento, fame d’aria, svenimento, debolezza, tachicardia, sensazione di testa vuota, sbandamento.

Se non riconosciuti come effetti tipici della calura estiva, questi disturbi possono fomentare un circolo vizioso che alimenta lo svilupparsi della sintomatologia ansiosa.

Ne sono vittime più di tutte le persone già predisposte all’ansia, ma in alcuni casi anche quelle che non hanno mai avuto esperienze di questo genere. La maggior parte di queste ultime si rende conto che i disturbi fisici sopra elencati non sono altro che conseguenza del tipico clima estivo e li vive come fattori disturbanti e fastidiosi, senza farsi prendere dalla paura e dall’agitazione.

E’ parecchio a rischio chi frequenta luoghi chiusi come le metropolitane, uffici molto affollati, mezzi di trasporto non ben arieggiati. In queste condizioni si presenta spesso il timore di svenire, perdere il controllo, a volte di subire un infarto o addirittura di morire.

In sostanza, solo la paura di subire l’ansia o un attacco di panico agita e fa stare male.

Una sensazione corporea alterata può venire interpretata come una concreta prova che stia per accadere qualcosa di grave. Vengono messe in atto quindi tutta una serie di dinamiche per cercare di evitare l’ansia e gli attacchi di panico. Ci si rinchiude in casa, si evitano i posti affollati, vengono controllate in continuazione le previsioni metereologiche, ci si concentra ossessivamente a qualsiasi percezione corporea. Tutto questo può già causare un’ansia anticipatoria (la paura di avere un attacco di ansia, che è spesso costituisce di per sé lo scatenarsi dell’ansia stessa).

Tutto questo naturalmente può venire evitato perché è possibile controllare l’ansia senza farsi fagocitare da essa.

Le dinamiche di evitamento delle situazioni a rischio possono non essere afficaci a lungo andare poiché rischiano di diventare invalidanti e di non permette alle persone di vivere serenamente e liberamente le proprie giornate.

Quando ci si rende conto di non riuscire a gestire l’ansia o la paura che si presenti è meglio chiedere l’aiuto di un terapeuta così da imparare a riprendere il controllo sulla propria vita.

L’ideale sarebbe farlo prima di raggiungere situazioni di estremo malessere e paura, ma spesso le persone sottovalutano i fenomeni ansiosi pensando di poterli risolvere da sole e ritenendo superfluo e poco “orgoglioso” richiedere l’aiuto altrui oppure pensano che una cura psicologica non sia altrettanto importante quanto una di carattere prettamente medico.

Se vuoi saperne di più sull’ansia e gli attacchi di panico clicca quì e quì.

 



5 commenti già pubblicati, aggiungi il tuo!

http://michael-adam.biz/node/4498 on 23 Ottobre, 2014 at 00:24 #
    

Hello, Neat post. There is a problem with your web site in internet explorer,
could test this? IE still is the marketplace leader and a large part of people will pass over your
magnificent writing because of this problem.


chaussure air jordan pas cher on 23 Ottobre, 2014 at 01:55 #
    

Hey very nice blog!


Lvibags.com on 23 Ottobre, 2014 at 02:25 #
    

Your method of explaining the whole thing in this piece of writing is really good, all
be able to without difficulty be aware of it, Thanks a lot.


Ask.fm tracker on 23 Ottobre, 2014 at 04:48 #
    

Howdy very nice web site!! Guy .. Beautiful .. Wonderful ..
I’llbookmark your web site and take the feeds also? I’m satisfied to
find numerous useful info here within the publish,
we need develop more techniques on this regard,
thanks for sharing. . . . . .


basi karaoke gratis on 23 Ottobre, 2014 at 06:44 #
    

The following songs are definite no-no’s and should only ever be
sung at home in the shower or driving alone in your car,
if at all, but preferably never. Step 3: Rehearse timings of your karaoke Power – Point.
This cute pink and white Hello Kitty inspired karaoke system is suitable for little girls aged five and up.


Lascia un commento
Nome:
Email:
Sito web:
Commento:
Codice di sicurezza: